martedì 1 marzo 2016

Alessia Fabiani in Tre papà per un bebè con SLIDE

Slide incontra Alessia Fabiani protagonista di
Tre papà per un bebè
Grande successo della "prima" con tanti vip e attori bravissimi
di Nadia Bengala – Slide

Una storia un po' inconsueta, ma molto attuale. Si parla tanto di adozioni, tra coppie etero, coppie gay, per capire bisogna vederlo. Incontriamo Alessia Fabiani, la protagonista femminile di questa commedia con un fantastico Mario Zamma e con Nicola Canonico, Giuseppe Cantore. Regia di Roberto D'Alessandro.

D: Alessia, quando ti hanno proposto questo copione ti è subito piaciuto?
R: Si, io amo molto la famiglia, ed amo i bambini. Sono sempre stata favorevole alle adozioni anche per coppie gay. Credo, che la cosa importante, siano le persone, aldila del loro sesso. Per quel che riguarda la commedia, sono molto soddisfatta di questo lavoro, anche grazie alla professionalità dei miei colleghi, con cui mi sono trovata molto bene

D: Quindi, un bambino può avere anche due papà o due mamme?

R: Quando si vuole un figlio perché è un desiderio che ti viene da dentro, e non un caso non voluto, come spesso accade tra coppie etero, anche se  desiderato da una  coppia gay, se la  scelta  è  fatta nell' equilibrio della coppia e in nome della amore, non può che essere una fonte di bene. Le persone che ti vogliono bene e  con le quali vivi, cresci e ti formi, diventano e sono la tua famiglia.

D: Capisco il tuo punto di vista, quindi è come dire che meglio essere adottati e vivere una famiglia, pur se un po' variopinta e articolata come nella tua commedia, che non nella fredda realtà di un orfanotrofio?
R: La cosa importante è l'amore, l'educazione, l'onesta e tutti quei valori che contraddistinguono le persone senza distinzioni di sesso, quindi viva l'amore. Comunque recitare, è un gioco, sono parodie della vita. L'importante è lasciare un input positivo.

Biografia:

Da bambina partecipa alla sit-com "Orazio" nella quale interpreta la figlia dei protagonisti, Maurizio Costanzo e Simona Izzo (in seguito sostituita da Emanuela Giordano). Nel 1994 inizia a lavorare nel mondo della moda e della televisione dopo aver vinto l'edizione di quell'anno di "Bellissima" (concorso di bellezza prodotto da Mediaset in contrapposizione a Miss Italia, allora trasmesso dalla RAI). La vittoria al concorso le permette di condurre l'edizione 1995 in coppia con Alberto Castagna e di partecipare a diverse trasmissioni sulla moda sempre per le reti Mediaset. Nel 1997 è stata una delle letterate del programma "Il gatto e la volpe", condotto da Paolo Bonolis. Nel 1999 canta con i Velvet 99 una cover del brano "These Boots Are Made for Walkin". La grande notorietà tra il pubblico televisivo giunge nel 1999, quando entra a far parte del cast di "Passaparola" con Gerry Scotti, dove rimane fino al 2002. Nel giugno 2000, insieme ad altre ex vincitrici del concorso di bellezza Bellissima, affianca Gerry Scotti su Canale 5 nella conduzione di "Bellissima d'Italia". Nello stesso anno ha una piccola parte nel film "Giorni dispari", di Dominick Tambasco. Nel 2003 debutta come attrice a teatro, come protagonista insieme a Nadia Rinaldi del musical "Finalmente mi sposo", per la regia di Marco Lapi. Nello stesso anno è protagonista del calendario sexy del mensile Maxim, realizzato dal fotografo Roberto Rocco e nell'anno seguente è nuovamente la protagonista senza veli del calendario di Controcampo insieme a Mascia Ferri. Nel 2004 prende parte al reality show di Canale 5 "Uomini e Donne", condotto da Maria De Filippi, e partecipa come concorrente insieme alla collega ed ex-letterina Alessia Mancini al varietà "La sai l'ultima?" VIP. Nel 2005 è inviata per la trasmissione Lucignolo e, con Alessia Ventura, Mascia Ferri e Giada De Blanck, è inviata in Spagna per il docu-reality di Italia 1 "On the Road". Nello stesso anno affianca alla conduzione Massimo De Luca in Pressing Champions League e posa per il calendario Fapim 2006, anno in cui partecipa al reality show "La fattoria", venendo eliminata nel corso della nona puntata con il 65% dei voti. Nella stagione televisiva 2006/2007 lavora come showgirl nella trasmissione "Guida al Campionato" in onda su Italia 1 ed effettua una breve apparizione nel film TV "Piper" di Carlo Vanzina. Ha anche condotto su Italia 1 il quiz-game "Camerino virtuale - The Box Game". Nel 2008 si laurea in Scienze dei Beni Culturali all'Università degli Studi di Milano, con una tesi intitolata "Sergiei Diaghilev e la nascita dei Ballets Russes". Dal 2013 si dedica prevalentemente al teatro, prendendo parte come attrice a diversi spettacoli. Gestisce inoltre un proprio blog di moda su Internet.

I miei Web Partner