giovedì 19 giugno 2014

ERNESTO SICA, il "sindaco bugiardo" è stato querelato per truffa e insolvenza fraudolenta.

Il Sindaco Ernesto Sica, già coinvolto dalla Procura nelle vicende di Cosentino e la P3, dopo la querela ricevuta per truffa e insolvenza fraudolenta, minaccia controquerela ai querelanti.

IL MANAGER DEI VIP, SI SCAGLIA CONTRO SICA E ARRIVA A PONTECAGNANO IN MUTANDE : "mi ci ha lasciato il Sindaco".

Non bastavano le indagini dell'antimafia, non bastava la denuncia per truffa, non è bastata la denuncia per insolvenza fraudolenta, non basta la protesta che arriverà a Pontecagnano il 27 di Giugno, con l'immagine dei VIP televisivi che insieme a Devis Paganelli, presenzierà con picchetti al seguito per ricordare all'amministrazione comunale che da due anni si aspetta un pagamento di 23.000 euro mai adempiuto, non bastano gli altri debiti scoperti dai giornalisti locali, che il Sindaco Sica avrebbe lasciato non pagati per importi sopra 100.000 euro, ora l'Ernesto bugiardo, avrebbe contattato minacciandolo di querela, un collaboratore della Are Communication e del Concorso Miss Reginetta d'Italia referente per la Campania Giancarlo Presutto, noto a Salerno per essere stato Vice Coordinatore Cittadino per Forza Italia alle ultime elezioni amministrative.

Giancarlo Presutto infatti, all'epoca in cui venne organizzato l'evento Miss Reginetta d'Italia a Pontecagnano nel 2012, era il Direttore Nazionale del Concorso.
Fu proprio Presutto a mettere in contatto l'amico ( all'epoca ) Ernesto Sica con il Patron del concorso Devis Paganelli.
Oggi, a pochi giorni dalla manifestazione ancora non autorizzata dall'amministrazione comunale, il Sindaco Sica ha telefonato personalmente a Giancarlo Presutto chiedendogli un incontro presso il Municipio del Comune insolvente e minacciando di querelarlo ( Presutto ). Querelarlo per cosa non è dato saperlo, dato che ad oggi, che Sica sia inadempiente è ormai cosa chiara ed evidente a tutti e che non abbia ancora pagato pur avendo firmato personalmente gli impegni è ormai conclamato.

Un paio di domande a Devis Paganelli. Il 27 è confermata la sua presenza a Pontecagnano con l'immagine dei VIP presenti?
"Si. Ho informato la Questura che il 27 giugno alle 15 sarò di fronte al Municipio di Pontecagnano e dopo aver dato ulteriori dettagli ai referenti della Digos di Salerno, l'ufficio preposto non ha avuto riserve fino ad oggi. Ho anche chiesto autorizzazione per l'occupazione del suolo pubblico dato che paradossalmente il Comune deve autorizzarmi a manifestare contro il Comune stesso".

Ma è stato autorizzato?
"L'autorizzazione non mi è arrivata ancora, ma io manifesterò comunque, dato che per vietarmi la manifestazione dovrebbero avere valide ragioni che non credo possano sollevare".

E' stata invitata la stampa?
"Ci saranno fotografi e telecamere si".

Ma querelerà l'intera giunta passata e attuale?
"Aspetto di manifestare e poi a seguire valuterò come procedere. Ritengo che ci siano le condizioni per chiedere alla magistratura di valutare eventuali reati penali da parte dei passati e attuali assessori".

E' stato minacciato?
"Se il sentirsi dire che esistono ancora le teste di cavallo è una minaccia, allora si. Se chiamare un mio collaboratore per dirgli che verrà querelato se non si calmano le acque è minacciare, allora si, sono arrivate le minacce".

Nella foto : Giancarlo Presutto, Ernesto Sica, Devis Paganelli