lunedì 26 maggio 2014

Le nuove energie rock dei Kaiser Chiefs

Le nuove energie rock dei
Kaiser Chiefs

di Giuseppe Scarpato - Slide Italia


Ritornati il 31 marzo con il nuovo album "Education, education, education e war" (Universal) i Kaiser Chiefs, rock band britannica nata nel 1997 e giunta all'ottavo lavoro di studio dopo la consacrazione ufficiale avvenuta con gli album "Employment" uscito nel 2005 e il successivo "Yours truly, angry mob" del 2007, oltre ad una prima raccolta di hits uscita nel 2012. Forti di un certo mutamento del proprio stile musicale, passato da suggestioni musicali che strizzavano l'occhio alla new wave degli anni 70 alle sonorità più "sfacciate" e rock tipiche delle recenti produzioni, ritornano adesso con questo nuovo lavoro (in tutto 10 tracce) composto tra Londra, Los Angeles e Nashville e prodotto da Ben H. Allen già collaboratore di Gnarls Barkley, Animal Collective e Deerhunter. Molti dei pezzi comunque hanno già avuto modo di conoscere una propria ribalta in occasione di vari concerti ed eventi live, tra cui il prestigioso "Lollapalooza” festival nel 2013. Con questo "education, education, education e war" si respira da subito aria di cambiamento, a cominciare dalla stessa formazione  della band ora mutata rispetto agli inizi (assente il batterista Nick Hodgson che lascio' nel 2012 e qui rimpiazzato da VIjay Mistry), e il primo singolo del disco "Misery Company" caratterizzato da sonorità più complesse sembra testimoniare proprio questo. Era inoltre dai tempi della hit "Ruby" ( che fu tra le altre cose inserita nella colonna sonora del film “Ruby Sparks” nel 2012) che il gruppo non sembrava più puntare ad un pubblico più vicino alla cultura delle radio main stream, ritrovandoli adesso intenzionati a riprendersi i piani alti delle classifiche (perlomeno in patria) dato il forte appeal commerciale che nell' insieme il disco sembra dare, perlomeno se paragonato ai lavori degli anni recenti. L'anima "indie" e svincolata da qual si voglia legge di mercato comunque resta intatta, e a supporto di questo concetto partirà il 9 aprile un tour ( vero punto forte delle rock band meno avvezze ai trend commerciali ) che toccherà svariate città d'Europa e degli Stati Uniti.