martedì 15 aprile 2014

SDL CENTRO STUDI, QUERELA L'AVV.MARRA

SDL CENTRO STUDI, QUERELA L'AVV.MARRA

DEPOSITATA QUERELA PENALE CONTRO L'AVV.MARRA (14 APRILE 2014)


E’ oramai notorio che la SDL CENTROSTUDI S.p.A. è fatta segno di una costante, ingiusta e spregiudicata campagna diffamatoria, progettata e posta in essere dall’avv. Alfonso Luigi Marra che, impudente ed incurante delle gravi calunnie diffuse, con linguaggio rotto alle peggiori nefandezze, mette in moto la sua collaudata macchina del fango.

Nel corso degli ultimi mesi, infatti, gli attacchi frontali alla onorabilità ed al prestigio di questa specchiata azienda, si sono moltiplicati in misura esponenziale. A mezzo di numerosi articoli e comunicati diffusi, incessantemente, attraverso il web dal sito Signoraggio, l’avv. Marra ha inteso descrivere l’operato della SDL, fra l’altro, come ‘truffaldino’, volto ad approfittare della disperazione del ‘popolo dei debitori delle banche’, al fine di derubarli di ingenti cifre, cifre che sarebbero state ‘estorte’, inducendo i clienti a commissionare costose perizie sui propri conti bancari e dunque ad avviare processi che, a suo dire fallace nella maggior parte dei casi, sarebbero infondati e dunque perdenti. 

Disattendendo le evidenti aspettative dell’avv.Marra, in questa sede non replicheremo – nel merito – alle sue insinuanti e calunniose asserzioni; non ci presteremo ad una querelle mediatica, che avrebbe come unico effetto, quello di perseguire ed alimentare il suo mal celato desiderio: richiamando ipocritamente,  da sepolcro imbiancato, i capisaldi dell’etica morale e della giustizia sociale, egli anela, di converso, ad accaparrarsi clienti che probabilmente non gli daranno più seguito. La solitudine annerisce scenari già cupi. Non si spiega infatti a che titolo egli sarebbe il paladino ed il difensore di chi sia stato truffato dalla SDL: il suo appello è vano e cade irrimediabilmente nel vuoto. La sua è una tenace resistenza contro dardi di fortuna avversa: non si capacita che altri siano più bravi di lui; la corrosione dell’invidia lo porta a comportarsi da masnadiero nella gogna mediatica, scenario a lui consono perché ne è vero primo attore. 

Esporre altri al pubblico ludibrio, alla mormorazione non è il suo fine principale; egli attende paziente la reazione del povero calpestato, perché interessa spasmodicamente al Marra che il calunniato si ribelli, si agiti, fremi ed invochi giustizia: così è garantita, di ritorno, la bramata visibilità sul web. Il provocatore perfetto eccita il popolo bue della Rete ed è per lui assicurata, endemicamente, l’apparizione mediatica: incessante è la ricerca del raggio intenso del riflettore di scena. 

Si sappia una verità sacrosanta ed indefettibile: circolano sull’ottovolante del web sedicenti e saccenti professionisti titolari di studi ormai sgombri, vacanti, smobilitati ed in piena liquidazione; spargono, di necessità virtù, veleni calunniosi e lanciano appelli al curaro, contro chi riesce, invece, onestamente a persuadere gli utenti con risultati certi, in ragione di battaglie vinte contro il ceto bancario. 

Si informi l’avv.Marra che, prima di essere una società che si occupa di perizie bancarie firmate ed assicurate nel risultato da validi professionisti ( se infatti un giudizio dovesse precipitare in un esito negativo il cliente sarebbe rimborsato), La SDL ha un fondamento etico, che si rinviene nelle maglie e nella trama dell’araldico Statuto della sua nobile Fondazione. 

Nelle sue volgari accuse si evidenziano aporie e contraddizioni stridenti che tradiscono la pochezza dell’argomentare, la sconnessione logica di fumisterie gergali, avvolte in una prosa di vaporosa impalpabilità, di opacità diffusa. 

Egli tende vanamente a sostenere che la SDL faccia speculazione e quel che peggio tragga il cliente nelle morsa della truffa. Quest’ultimo infatti pagherebbe costose perizie, ma soccomberebbe in un contenzioso giudiziale. Non indica un caso, un esempio concreto di queste squallide illazioni: qui incespica e traluce la sua invidia professionale che, obnubilando il suo infausto e contorto pensiero, lo porta a sferrare attacchi sul web da provetto kamikaze, incurante di ogni perniciosa conseguenza anche di natura penale. 

Come è dimostrato dal suffragio dei successi ottenuti dai suoi avvocati, intanto il cliente(senza onere economico alcuno) si avvale dei servizi della SDL solo se, ex ante, si sia ponderato, con oculatezza, se i suoi conti siano o meno stati trattati dalle banche con tassi usurari. In tal modo si offre una garanzia di assistenza tecnico-contabile suggellata ex post(dopo la libera scelta del cliente stesso), dalla sottoscrizione apposta sulla perizia da professionisti di sicuro valore. 

La elaborazione di meticolosi ed approfonditi conteggi econometrici, come quelli redatti dai professionisti di comprovata eccellenza incaricati da SDL, assolve, invero, proprio l’esigenza di valutare  se il rapporto bancario, di cui è titolare il cliente, sia affetto o meno da usura; e dunque se un eventuale futuro giudizio possa ritenersi fondato o meno. Chiunque mastichi un po’ la materia, infatti, sa perfettamente che il diritto bancario è il diritto dei numeri: promuovere un giudizio, senza quantificare esattamente la pretesa, significherebbe non tutelare, con compiutezza, chi si rivolge alla nostra compagine, poiché si consegnerebbe l’utente ad un sicuro insuccesso processuale. 

Ferme restando queste brevi considerazioni nel segno di uno stile che si involge nella mitezza e nell’educazione dialettica, occorre comunque doviziosamente puntualizzare che il personale accanimento dell’avv. Alfonso Luigi Marra non può e non deve restare senza risposta. È per questi motivi che i legali di SDL hanno già provveduto a depositare una meticolosa querela penale nei confronti di quest’ultimo,  al fine di far emergere – e dunque punire – ogni sua responsabilità al riguardo. 

È in questa sede (quella giudiziaria) che dimostreremo l’assoluta infondatezza, capziosità ed ingiustizia delle pesanti – e non più tollerabili – accuse rivolte a nostro debito. 

Quanto al resto, bastino gli eccellenti risultati che, grazie all’operato di questa società, si stanno via via registrando nelle aule dei tribunali; ciò nel segno della vera ed autentica tutela delle vittime dell’usura bancaria.

SDL CENTRO STUDI PADOVA

lunedì 14 aprile 2014

GUAM sceglie Miss Reginetta d'Italia

Un altro importante brand ha scelto Miss Reginetta d'Italia, il concorso di bellezza più seguito dai VIP ( Fonte Tgocom Mediaset ) per promuovere i propri prodotti.
Alla finale nazionale, le 50 finaliste provenienti da tutta Italia, riceveranno in omaggio dalla direzione, prodotti GUAM.



Guam

GUAM : Nel 1986 un giovane imprenditore, Egidio Siena, esperto di cosmesi e prodotti naturali che ama il mare e navigare a vela si imbatte nel porto di Brest e due immagini lo colpiscono: l’imponente faro che domina il paesaggio, ed una schiera di imbarcazioni, molto simili a comuni pescherecci, colme di alghe marine.

Scopre così che i fondali di quei mari, in corrispondenza delle aspre e fredde coste a falesia della Bretagna, sono ricchissimi di alghe marine.
Intrattenendosi in lunghe conversazioni con i pescatori bretoni scopre che da secoli – dal 1600 – la gente del luogo considera quelle alghe preziosissime, non meno di pesci e molluschi. Le alghe vengono mietute ogni estate, quando raggiungono l’altezza di alcuni metri, con uno strumento chiamato “scoubidou” che non danneggia il fondo marino permettendo sempre così una loro ricrescita spontanea..
Una volta pescate e portate a riva con le barche dagli stessi pescatori , vengono caricate su carri e distese ad essiccare al sole e al vento oceanico, con un procedimento simile a quello usato per il fieno o per i fiori secchi in Provenza.
Dopo qualche giorno le alghe marine cedono tutta la loro acqua perdendo circa l’80% del loro peso e assumono l’aspetto di un terriccio.
Già nella tradizione popolare, da centinaia di anni si sa che le alghe venivano tenute in grandissima considerazione e nel mondo della mitologia godevano fama di “ cibo divino”; la gente si tramandava da tempo ricette a base d’alga. Il mondo scientifico le conosceva e utilizzava per favorire la circolazione del sangue, per le loro proprietà dimagranti e antireumatiche, contro l’obesità e per il benessere del corpo e la bellezza della pelle.


sabato 5 aprile 2014

Gli amici VIP alla finale di Miss Reginetta d'Italia 2014, Gionatan Giannotti, Beppe Convertini, Nadia Bengala, Dennis Fantina

Gli amici VIP alla finale di Miss Reginetta d'Italia 2014, Gionatan Giannotti, Beppe Convertini, Nadia Bengala, Dennis Fantina.

Faranno parte del cast, alla finale nazionale 2014 di Miss Reginetta d'Italia che si terrà Sabato 13 Settembre alle ore 21 nella bellissima e scenografica location della Baia Imperiale ( Gabicce ), Nadia Bengala ( ex Miss Italia e neo direttore responsabile di SLIDE ), Dennis Fantina ( vincitore di Saranno Famosi, la prima edizione di Amici ), Gionatan Giannotti ( ex Tronista di Uomini e Donne ), Beppe Convertini ( attore che quest'anno condurrà la finalissima ), il tutto alla presenza del Patron Devis Paganelli.












BEPPE CONVERTINI, affidata a lui la conduzione di Miss Reginetta d'Italia 2014

BEPPE CONVERTINI
Passaggio di timone alla conduzione della finale nazionale di Miss Reginetta d'Italia. Dopo due anni affidati a Marco Balestri con le "spalle" Elenoire Casalegno e Alessia Ventura, quest'anno la finalissima 2014, sarà a conduzione singola, di Beppe Convertini, attore amatissimo e presentatore ormai affermato. L'evento si terrà nella magnifica e scenografica location della BAIA IMPERIALE di Gabicce il 13 Settembre 2014 alle ore 21.00
L'amicizia tra Beppe Convertini e il Patron Devis Paganelli, maturata da tempo, già da qualche mese tendeva a lasciare intuire allo staff del concorso, questa potenziale partership per quest'anno, che non si esclude si possa protrarre anche per le future edizioni. 






Teatro
Il passerotto con Leopoldo Mastelloni, regia di Bonizza
Il colpo della strega di John Graham (2002)
Sex in the City di Luca Biglione, regia di Fabio Crisafi (2006)
Sex in the City 2 di Luca Biglione, regia di Fabio Crisafi (2007)
Off di Michael Kearns, regia di Enrico Maria Lamanna (2010)
Ars Amandi regia di Beppe Convertini(2012-2013)

Cinema
Belle al bar, regia di Alessandro Benvenuti (1994)
Il cielo in una stanza, regia di Carlo Vanzina (1999)
Una milanese a Roma, regia di Diego Febbraro (2001)
Il fidanzato ideale, regia di Claudio Bozzatello (2004)
I giorni perduti, regia di Bruno Gaburro (2006)
Secondo tempo, regia di Fabio Bastianello (2010)
Baci salati, regia di Antonio Zappalà (2012)

Televisione
Festivalbar - Italia 1 (1994)
Chi c'è... c'è - Rete 4 (1995-1998)
Vivere - soap opera (2000-2003)
L'avvocato, regia di Massimo Donati - TSI (2003-2004)
Estate sul 2, conduttore con Maria Teresa Ruta - Rai 2 (2004)
Fratelli Detective regia di Rossella Izzo con Enrico Brignano - Canale 5 (2012)

Radio
Gente della notte conduttore - Rai Radio 2 (2006)
Brave ragazze - Rai Radio 2 (2011-2013)


NADIA BENGALA, è il nuovo Direttore di SLIDE Italia

Dopo quasi due anni di successi, con Arianna David al timone di SLIDE, è Nadia Bengala, un altra ex Miss Italia a prendere le redini del free press network magazine n.1 in Italia, il caso editoriale ideato da Devis Paganelli.




A partire da SLIDE di Maggio 2014, sarà quindi già evidente la figura di Nadia alla direzione del magazine, con tantissime novità che di mese in mese si succederanno sulle pagine a diffusione nazionale gratuita.

Nadia Bengala, 
si è diplomata come perito aziendale. A 26 anni ha registrato alcune puntate come valletta del programma televisivo "Ok il prezzo è giusto", condotto da Iva Zanicchi, e nella stessa estate in cui ha firmato il contratto ha preso parte alle selezioni di Miss Italia. Nel settembre 1988 è stata incoronata vincitrice del titolo da Fabrizio Frizzi. Nadia ha anche recitato in due film per il cinema (Pierino torna a scuola, 1990, di Mariano Laurenti; Gli inaffidabili, 1997, di Jerry Calà) e uno per la televisione (Le ragazze di Miss Italia, 2002, di Dino Risi). In televisione è ritornata nel 2004, a Rai 2, partecipando come opinionista al programma L'Italia sul 2, condotto da Milo Infante e Monica Leofreddi. Nel 2005 ha partecipato al reality show Ritorno al presente, condotto da Carlo Conti. Nel 2013 ha partecipato come special-guest ad alcune serate al villaggio pugliese "Le Cale d'Otranto - Beach Resort", affiancando Gabriele Foschi ed Alessio Schiavo. Ha ricevuto il Premio Brancaccio. Da Maggio 2014 è Direttore Responsabile di Slide Italia.