lunedì 30 luglio 2012

Scientology Chiesa, Setta o semplice Network Marketing?


Fondata nel 1954 da uno scrittore di fantascienza
Scientology
Chiesa, Setta o semplice Network Marketing?
a cura della redazione di Slide

Religione o stile di vita? Setta o movimento per salvare il mondo? Credenze new age o psicologia spicciola? Accozzaglia di racconti di fantascienza o verità sulla nascita del mondo? Incredibile macchina per fare soldi o reale aiuto a chi si trova in difficoltà? Non è certamente facile riuscire a dare una definizione di Scientology, il controverso movimento fondato dall’americano L. Ron Hubbard nel 1954, che sempre più spesso balza agli onori della cronaca vuoi per i personaggi noti che vi aderiscono vuoi per i casi di plagio dei propri seguaci.
Volendo seguire la linea ufficiale illustrata sul sito istituzionale, Scientology è “una religione sviluppata da L. Ron Hubbard, che offre un preciso sentiero che conduce a una completa e sicura comprensione della vera natura spirituale dell’individuo e della sua relazione con se stesso, con la famiglia, con i gruppi, con l’umanità, con tutte le forme di vita, con l’universo materiale, con l’universo spirituale e con l’Essere Supremo. Il fronte dei detrattori, invece, la caratterizza come “associazione religiosa” o “filosofia religiosa” o “movimento religioso”; altri ancora la definiscono una setta. Il Cesnur, Centro Studi sulle Nuove Religioni, la include tra le religioni e movimenti del potenziale umano. Da un punto di vista giuridico il riconoscimento dello status di "religione" è accordato a Scientology solo in alcuni Stati come Usa e Australia mentre, in Europa, nella maggioranza dei Paesi non gode dello status di religione riconosciuta.
La storia di Scientology è strettamente legata a quella del suo fondatore L. Ron Hubbard che, sin dagli anni trenta, è stato uno scrittore di fantascienza ma il passaggio da autore a quello di guru rimane ancora un mistero ai più. Quello che è certo è che la genesi di Scientology è alquanto controversa dal momento che, il suo ideatore, ha trascorso i primi anni di vita del movimento in una situazione a cavallo tra la bancarotta, problemi con gli ordini dei medici e psicologi e crociere nel Mediterraneo per condurre spedizioni archeologiche per provare le sue teorie sulle sue presunte vite passate ma che, spesso e volentieri, si sono risolte con l’arrivo delle marine militari di vari Paesi che hanno fatto sloggiare dai porti le imbarcazioni di Hubbard. Terminate le scorribande in Mediterraneo, verso la fine degli anni ’70 tra le accuse mosse ai membri dell'organizzazione vi erano anche quelle di spionaggio, e proprio di questo reato, oltre a quello di cospirazione, si resero colpevoli nei confronti del governo americano dodici alti funzionari dell'organizzazione, tra cui la stessa moglie di Hubbard. La vicenda esplose nel 1977 e vide i congiurati finire condannati dal governo degli Stati Uniti, e Hubbard citato come co-cospiratore non imputato.
Probabilmente a causa del clamore suscitato dal processo e forse nel timore di essere messo personalmente sotto inchiesta, nel 1982 Hubbard si ritirò dalla scena ed entrò in esilio volontario in una località segreta. Solo al momento della morte, nel gennaio del 1986, si saprà che luogo prescelto per quell'esilio era un lussuoso ranch in California, dove in quegli anni era stato accudito da una coppia di coniugi scientologist, Pat e Ann Broeker. Nonostante Pat Broeker fosse ritenuto il legittimo erede della dirigenza del movimento, alla morte del fondatore il comando passò a sorpresa, e non senza polemiche interne, nelle mani dell'attuale leader, David Miscavige. Miscavige era membro del gruppo dei "Messaggeri del Commodoro", la fazione più potente all'interno di Scientology in cui era entrato giovanissimo, al seguito dei genitori e senza nemmeno aver terminato la scuola superiore che, a suo dire, era solo una perdita di tempo. Il gruppo capitanato da Miscavige fece piazza pulita dei suoi oppositori interni, e da allora gestisce fermamente il comando, con il compito di mantenere l'ortodossia degli scritti e delle pratiche, senza sostituirsi ad Hubbard nel ruolo di Fondatore della religione.
L’unica cosa certa di Scientology è che per aspirare alla “salvazione” promessa dai seguaci del movimento serve solamente una cosa: i soldi. Definita come la religione più costosa della terra, in Scientology esistono precisi listini per qualsiasi prodotto (libri, audiocassette, ecc.) o servizio (auditing, corso, ecc.) proposto dall'organizzazione. Dai "listini delle donazioni obbligatorie" interni si può quantificare in circa 25.000 euro il costo complessivo per raggiungere lo "stato di Clear", e in circa 250.000 euro quello per l'ottenimento del livello di OT VIII, il più alto attualmente a disposizione. La quantificazione dei costi di frequentazione e di illuminazione è comunque estremamente difficile, in quanto molto dipende dal "caso" del soggetto. Oltre al percorso "standard" che tutti i seguaci sono tenuti a percorrere, vi è poi una serie pressoché infinita di corsi o servizi diversi che bisogna acquistare in caso di necessità. L'"auditing professionale" (venduto a pacchetti di 12 ore e mezza) può andare da un minimo di 110/120 euro orarie fino a 1000 o più dollari l'ora, a seconda della qualifica dell'auditor o del prestigio della "organizzazione" (org) in cui viene amministrato. La quantità di ore necessarie per risolvere un particolare problema (anche di etica) o per sottoporsi a una revisione dipende naturalmente dal soggetto. Oltre all'elevamento spirituale in quanto tale, le Chiese di Scientology organizzano periodicamente grandi "event" che si concludono inevitabilmente con raccolte fondi per l'attuazione di questo o quel progetto, e le testimonianze parlano di forti pressioni a versare ingenti somme di denaro, o all'acquisto di materiali e gadget vari (braccialetto in argento per Clear: 370 euro; busto in bronzo di Hubbard, piccolo, 3200 euro ecc.). Infine c'è la International Association of Scientologists (IAS ), la cui tessera da 450 dollari l'anno è obbligatoria dopo i primi sei mesi, e che a sua volta dispone di personale specializzato in raccolta di donazioni. Secondo Impact, la rivista della IAS, esistono diverse categorie di donatori: Sponsor (5000$); Crociato (10.000$); Honor Roll (20.000$); Patrono (40.000$); Patrono con Onore (100.000$); Patrono Meritorio (250.000$); Silver Meritorious (500.000$); Gold Meritorious (1 milione di $), Platinum Meritorious (2,5 milioni di $). I nomi dei donatori (da Patrono in su) vengono regolarmente pubblicati sulla rivista. Al 2004 l'unico Platinum Meritorious elencato era Tom Cruise. Nel 2007 l'attrice Nancy Cartwright, famosa per essere la doppiatrice di Bart nella serie animata The Simpsons, è stata premiata con il Patron Laureate Award, dopo aver donato 10 milioni di dollari. È facile quindi comprendere come il costo dell'affiliazione sia difficilmente determinabile e potenzialmente illimitato, l'unica cosa certa che si può dire è che essere scientologist costa molto, a volte più di quanto l'interessato si possa oggettivamente permettere mediante il mero ricorso a mezzi propri e non sono rari i casi in cui il seguace viene indotto a ricorrere a prestiti bancari, da parenti o correligionari, o a vendere le sue proprietà, o prestare servizi.


A seguito dell'articolo apparso su SLIDE, la Chiesa di Scientology, ha chiesto diritto di replica in data 22 agosto 2012 :





Chiesa Nazionale di Scientology d’Italia
Via Luigi Cadorna, 61 – 20090 Vimodrone (MI) – Tel. 02-27409157


Alla c.a. 21 agosto 2012
Dott. Devis Paganelli
Direttore Editoriale Slide
®
c/o Are Srl
Via Cesare Cantù, 51
SAN MARINO

Oggetto: Articolo “Scientology – Chiesa, Setta o semplice Network Marketing?”

Egregio direttore,

ho letto l’articolo in oggetto, pubblicato sul numero di agosto di “Slide Italia” e, in quanto portavoce della Chiesa Nazionale di Scientology d’Italia, sento la necessità di scriverle per rettificare alcune affermazioni riportate nell’articolo.

Comincio dalla querelle sulla definizione di Scientology. I detrattori, volendo sollevare inutili sospetti, sostengono che nella stessa letteratura di Scientology vi sono diverse definizioni e questo, secondo loro, sarebbe indice di mancanza di chiarezza, se non peggio.

Il fatto che Scientology abbia associazioni religiose e conti su un movimento di persone interessato al miglioramento sociale (prevenzione all’uso di droga, sensibilizzazione sui diritti umani, protezione civile, ecc.), non invalida il fatto che è una religione, semmai lo avvalora visto che ogni religione non ha mai mancato di contribuire al miglioramento della società in cui si è diffusa.
Comunque sia, fino ad ora la Chiesa di Scientology è stata ufficialmente riconosciuta come ente religioso dai governi dei seguenti paesi: Albania, Argentina, Australia, Brasile, Costa Rica, Croazia, Repubblica Dominicana, Ecuador, India, Kazakistan, Kenya, Kirghizistan, Nepal, Nuova Zelanda, Nicaragua, Filippine, Portogallo, Scozia, Slovenia, Spagna, Sud Africa, Sri Lanka, Stati Uniti d'America, Svezia, Taiwan, Tanzania, Ungheria, Venezuela e Zimbabwe. (Allegato A)

Anche in ambito accademico è stata riconosciuta la natura religiosa di Scientology. Riporto qui di seguito un estratto di un parere su Scientology scritto dal prof. Dario Sabatucci, che fu docente di Storia delle Religioni all'Università La Sapienza di Roma:

In conclusione, ciò che fa della Scientology una religione non è soltanto la sua somiglianza con altre religioni (peraltro accertata anche nella presente relazione) ma soprattutto il fatto che, giudicando senza preconcetti e tuttavia condizionati dalla contrapposizione occidentale tra 'civico' e 'religioso', tutto quello che nella Scientology si dice o si fa può e deve trovare attendibilità nei termini della nostra cultura soltanto se recepito come una religione. Donde la presente relazione risponde ad ogni possibile quesito giuridico affermando inequivocabilmente che la Scientology è una religione, sia per il contenuto teorico a carattere salvifico, sia per l'azione rituale destorificante, sia per l'impulso proselitistico di tipo profetico, sia per l'organizzazione ecclesiale determinante, tra l'altro, i propri rapporti con l'organizzazione giuridica degli stati presso i cui cittadini essa trova accoglienza.” (Allegato B)

Un’altra cosa che desidero rettificare l’affermazione secondo la quale Pat Broeker “fosse ritenuto il legittimo erede della dirigenza del movimento, alla morte del fondatore”.

Pat Broeker era solo il maggiordomo di L. Ron Hubbard. Dire che Broeker era il legittimo successore alla guida della Chiesa di Scientology solo perché aveva “accudito” L. Ron Hubbard, è tanto logico quanto dire che nel caso il Presidente della Repubblica venisse a mancare, il legittimo candidato alla presidenza sarebbe il suo cameriere.

A confutazione di quanto scritto, riporto qui di seguito uno stralcio preso da una dichiarazione giurata che L. Ron Hubbard scrisse il 15 maggio 1983:
10. Poiché sembra che siano state fatte accuse specifiche relative a trasgressioni che David Miscavige avrebbe commesso, desidero cogliere quest’opportunità per comunicare la mia inequivocabile fiducia in David Miscavige, devoto Scientologist da lungo tempo, compagno fidato e per me buon amico. Sono stato in ogni momento a conoscenza e ho autorizzato ogni attività da lui intrapresa, sia relativa a mie questioni personali sia lavorative, e quanto da lui fatto era a mio beneficio. Le accuse riguardo al fatto che lui stia organizzando il furto delle mie proprietà sono completamente false [...].” (Allegato C)
Vorrei ora spendere qualche parola riguardo a ciò che è stato detto su L. Ron Hubbard. E’ risaputo che egli è stato uno scrittore molto prolifico e che i suoi romanzi e racconti spaziano dalla fantascienza al western, dalla fantasy al poliziesco, per un totale di oltre 500 opere.

Nell’articolo, l’autore si chiede com’è potuto succedere che L . Ron Hubbard, uno scrittore, sia diventato il leader di quello che agli inizi era un movimento filosofico che poi, con la nascita di Scientology, si è strutturato in una chiesa. Il punto è che prima di essere uno scrittore, Hubbard era interessato a capire l’Uomo. Lo scrivere, come lui stesso ha dichiarato, serviva a finanziare le sue ricerche.

La ricerca sulla condizione umana, sulla vita, le sue leggi, la mente e lo spirito è ciò che ha motivato i suoi viaggi in oriente quando ancora era adolescente; è ciò che lo ha portato a contatto con 21 razze diverse ed è ciò che lo ha fatto iscrivere ad uno di primi corsi di fisica nucleare (allora chiamata studio sui fenomeni molecolari); è ciò che lo ha portato a sperimentare le sue scoperte coi commilitoni ricoverati all’Oak Knoll Naval Hospital di Oakland, in California, coi pazienti psichiatrici dell’ospedale di Savannah , in Georgia, con gli artisti di Hollywood e con centinaia di altre persone di ogni razza e ceto sociale.

L’ultimo a pensare che dalle sue ricerche sarebbe nata la religione che maggiormente si è espansa nel XX secolo era proprio L. Ron Hubbard. Agli inizi, la sua era una ricerca volta a trovare la risposta agli enigmi della mente e quella ricerca prese il nome di Dianetics, definita come lo studio di ciò che l’anima fa al corpo tramite la mente.

Solo in seguito, con le scoperte fatte in ambito spirituale, Hubbard si trovò catapultato in un campo che era prettamente religioso o, se si preferisce, filosofico - religioso.
Contrariamente a quanto detto nell’articolo, L. Ron Hubbard non ha fondato la Chiesa di Scientology ma ha fondato la religione - cioè ha sviluppato Scientology. La prima Chiesa di Scientology venne fondata da alcuni fedeli a Los Angeles, nel 1954.

Nell’agosto 1967, L. Ron Hubbard costituì la Sea Organization, cioè l’ordine religioso formato dai membri di Scientology che hanno fatto voto di eterna dedizione alle mete della religione, l’equivalente del clero regolare (monastico) cattolico.

Nel dicembre 1967, per continuare le sue ricerche, insieme ad alcuni membri della Sea Organization fece scalo a Cagliari dove rimase per almeno due mesi senza nessun problema.

Questo dimostra che l’intolleranza riscontrata in altri luoghi era frutto solo di una campagna di discriminazione orchestrata da pochi intolleranti. Non dobbiamo scordare che ogni religione, agli inizi della propria storia, ha dovuto fronteggiare il sospetto, la diffidenza e, alcune di esse, perfino la violenza da parte delle autorità del tempo.

Per esempio, i primi cristiani erano additatati come la "setta del nazareno" ed erano accusati delle peggiori nefandezze, tra cui essere interessati solo ai soldi, dividere le famiglie, non avere nessun Dio, mangiare i bambini durante i loro riti e perfino procurare catastrofi e pestilenze.

Tornando al presente, in Italia ci sono diverse migliaia di persone di ogni età, ceto sociale e professione che praticano Scientology con piena soddisfazione e molti di loro sono attivamente impegnati in programmi di aiuto sociale.

Infine, mi si conceda di dire due parole sulla questione dei soldi. Ogni chiesa ha sviluppato un proprio sistema di finanziamento: c’è chi usufruisce dell’8 per mille, chi invece impone di pagare la decima ai propri fedeli. Le Chiese di Scientology hanno il proprio. Gli scientologist sono contenti di contribuire perché sanno quanto sia importante fare in modo che la loro religione cresca e si diffonda. Lo fanno in piena libertà e per loro determinazione, ed essendo perfettamente consapevoli del fatto che nessuna quantità di denaro può comprare la propria salvezza spirituale.

Per maggiori informazioni su Scientology ed L. Ron Hubbard: www.scientology.it e www.lronhubbard.it.

Cordiali saluti
Luigi Brambani


Allegati:

A: Opuscolo “Scientology – Riconoscimenti religiosi in Europa e nel mondo”
B: Relazione sulla “Scientology” – Inquadramento storico-morfologico – D. Sabbatucci
C: Dichiarazione giurata di L. Ron Hubbard - 15 maggio 1983

Chi volesse chiedere copia degli allegati, può farlo all'interessato : affaripubbliciitalia@gmail.com