martedì 24 aprile 2012

Cuori Infranti di Gionatan Giannotti

1) Ciao, "l'amore è bello se non è litigarello" dice un detto, ma dopo 2 anni passati con il mio ragazzo, continuo a litigare ogni giorno per singola cosa. Lui dice di amarmi, ma litighiamo ormai ogni giorno. Meglio lasciarsi? 
Ciao! Credo che il tuo problema sia un po' di tutte le coppie normali..anche io e Laura litighiamo spesso, ma da un po' di tempo abbiamo imparato a discutere civilmente e da persone mature, senza alzare la voce. E adesso le cose vanno molto meglio. Se ti ama e tu ami lui cercate di capire per prima cosa qual'è' il problema che vi porta sempre a litigare, affrontatelo da persone mature e prova per un po' di tempo così..se non vi riesce e continuate.. forse è meglio lasciarsi? Evidentemente in tal caso non siete molto compatibili caratterialmente e l'amore che provate l'uno per l'altra non è evidentemente così forte da farvi trovare la soluzione migliore..in bocca al lupo e tienimi aggiornato!:)

 2) Mi chiamo Luigi, 28 anni di Brescia, dopo quattro mesi di passione con una donna conosciuta su internet, ho scoperto che è addirittura sposata! Non me ne ha mai parlato e so che ha anche due figli. Capisco ora i tanti ritardi agli appuntamenti, le chiamate al cellulare senza risposta e gli incontri in luoghi insoliti. Che devo fare? Io l'amo!
 Ciao Luigi! Che brutta situazione la tua..evidentemente lei non cercava un rapporto serio, ma soltanto un ragazzo magari bravo e serio che le facesse provare sensazioni che ormai il marito non le faceva provare più. La cosa più triste è che se te ne avesse parlato subito ti avrebbe almeno dato l'opportunità di scegliere se continuare a frequentarla o lasciarla perdere. Adesso che sei innamorato è forse troppo tardi. Io cmq proverei a richiederle un incontro e parlarle, della situazione, di quello che provi per lei, e inanzitutto sapere se anche lei prova le stesse cose per te. Poi affronterete la situazione come meglio vorrete. Spero solo che tu sia il primo con cui tradisce suo marito e che lo abbia fatto perché veramente si e' innamorata di te. A quel punto non resterebbe che dire la verità al marito e continuare la vostra storia senza ritardi ingiustificati, luoghi insoliti e magari paure di essere scoperti. Ricorda, la sincerità è sempre la miglior cosa, in qualsiasi momento e situazione..un abbraccio..

 3) Non volevo rimanere in stato di gravidanza, è accaduto. Non siamo sposati, ma conviviamo ( o meglio convivevamo ) da un anno. Non lo cercavamo, ma non facevamo nemmeno nulla per impedirlo. Lui non usava precauzioni, ma quando ha saputo del mio stato, è praticamente diventato muto. Non parla più, dice che non si sente pronto e che secondo lui, non è il caso di proseguire la gravidanza. Non poteva pensarci prima? Ora devo scegliere tra lui e proseguire ....che fare? Aiutooo 
Ciao!! Non ci starei nemmeno tanto a pensarci. Un bambino è la cosa più bella che ti possa capitare nella vita, e se lui è diventato così freddo e muto, scusa l'espressione ma secondo me è un ragazzino senza palle. Lascialo andare dove vuole lui, un ragazzo che non sa assumersi le proprie responsabilità e fa pesare alla propria compagna il fatto che non à pronto e la porta oltretutto ad una scelta o lui o il bambino non merita nemmeno le tue spiegazioni. Se "uccidi" quel bambino per lui credo che non te lo perdonerai mai. Fossi in te IO lascerei andare il tuo ragazzo e proseguirei la gravidanza. Di ragazzi ne troverai quanti ne vuoi, ma il tuo bambino quando crescerà sarà la tua più grande soddisfazione! Non avere dubbi...non hai motivo per averne..se non si prende le sue responsabilità non ti ama. E non ci sono altre spiegazioni a quanto sembra purtroppo! Ma essendo una questione delicata, affidati ad un professionista che ti aiuterà sicuramente con preparazione. Ti prego tienimi aggiornato, ..buona fortuna per tutto..

 4) Erano mesi che mia moglie, mi chiedeva sempre con più assiduità, informazioni su come funzionassero i club privè. Fino a quando, per la cena del mio compleanno mi ha fatto la sorpresa di portarmi in questi luogo di "scambio". Non sono un bacchettone, ci mancherebbe. Infatti durante la serata ci siamo trovati a "giocare" ( così si dice ) con altre coppie in questo luogo ambiguo ma comunque interessante. Il problema? Da quando siamo stati li e cioè da tre mesi, ora l'unico modo per avere rapporti sessuali con la mia compagna, è quello di portarla al privè. Tu che ne pensi? 

Ciao!!:) Sicuramente tua moglie è molto affascinata da questo luogo, forse molto più di te..Il fatto di averti portato in quel locale è perché magari la sua vita sessuale con te era diventata routine..e per trovare qualcosa di più piccante che desse un po' di pepe ai vostri rapporti ha pensato di portarti in quel club..Da quanto mi hai scritto anche a te non e' dispiaciuto però..Io non so che consigli darti, ma l'unico che mi viene in mente è di inventarti qualcosa di piccante, di diverso, da organizzarle quando siete a casa, alternandolo magari a qualche uscita 'occasionale' in quei club privè. Non so dirti altro anche perché anche al solo pensiero che un giorno mia moglie voglia andare in un posto così...mi vengono i brividi...ciò che è mio, voglio che sia mio e basta..soprattutto se l' ho scelta per tutta la vita! Ma il mondo è bello perché è vario..quindi... Buon divertimento!;)