sabato 4 febbraio 2012

We Are Perfect / Christian Marchi


We Are Perfect
Christian Marchi
Un album perfetto
di Lorenzo Tiezzi

 

We Are Perfect, il primo album di Cristian Marchi arriva dopo una carriera lunga vent'anni o giù di lì. E' una bella soddisfazione, un bel traguardo per un dj che per un lungo periodo ha mixato per passione e lavorato come elettricista come mestiere. "Su qualche sito c'è ancora scritto ex modello, ma ho fatto più impianti che sfilate", racconta ridendo. E' un successo che si unisce a una quantità di serate semplicemente straordinaria. Un sold out che continua da Nord a Sud e spesso esce dai confini italiani. Un conto è arrivare al successo da giovani o da giovanissimi, come sta accadendo ad esempio ad Avicii ed ai Crookers. Un altro è conquistarsi il proprio spazio pian piano, combattendo… o meglio, lavorando. "Portare avanti Violence, a Delicious Record, la mia nuova label è una grande soddisfazione.", racconta. "E' senz'altro un punto d'arrivo… ma è anche molto impegnativo. Io e Paolo Sandrini, il musicista / produttore che lavora con me da tempo, ci occupiamo di tutto… e facciamo noi anche i dischi, ovviamente. Dopo la bella collaborazione con Skye'N'Sugarstarr per U Got Me Rocking, un pezzo house cantato da Lisa Millet che è incluso nell'album, stiamo collaborando con altri top dj europei…".
Non che Cristian si lamenti della vita che fa, tutt'altro. La sua è un'esistenza dedicata alla musica e al ritmo. Gli eccessi sono del tutto banditi e senz'altro il tempo da dedicare agli amici e alla vita familiare è ridotto al minimo. "E' un periodo così, si sa che nello show business se sei in ballo devi ballare, perché tutto questa attenzione non è detto che duri per sempre. Bisogna meritarsela. Io quando mi sembra il caso faccio anche richiami al 'divertimento sano'. Non è che voglio fare il santo… è che se balli senza strafare ti diverti di più…", dice. Ma la sostanza è anche un'altra. Cristian è un gran perfezionista. Non è mica un caso che il suo album, il disco che celebra una carriera importante, l'abbia intitolato We Are Perfect, ovvero siamo perfetti. Per questo il suo sito è work in progress da tempo, per questo spesso i video arrivano sulla sua visitatissima pagina You Tube arrivano con un po' di ritardo rispetto a quando sono stati girati. Tutto deve essere come le canzoni di Cristian Marchi, ovvero, come dicevamo perfetto. E' importante anche capire Cristian non vuole essere l'unico ad essere perfetto. La sua è una dimensione artistica al plurale. Certo, in console ci va da solo. Ma il suo fotografo, il suo video maker, il suo manager, il suo musicista / produttore… li considera una vera squadra.
Ascoltare ballando oppure stando semplicemente seduti un album come We Are Perfect è strano, perché si tratta di una collezione di brani concepiti in un periodo di tempo piuttosto lungo. "Forse la definizione più giusta è infatti album compilation. Avrei voluto inserire molte altre tracce, brani a cui sto lavorando, ma non è stato possibile… Ma non importa, sono comunque soddisfatto", spiega Cristian. Ma non per questo si tratta di un ascolto meno piacevole. Ci si accorge ad esempio che We Are Perfect, prima d'essere il titolo di un album, era 'solo' una canzone uscita qualche anno fa. Chiudendo gli occhi ed aprendo le orecchie, ci si accorge che ha proprio il sound di tante hit di questo periodo. Stesso discorso per Let It Rain, una hit cantata da Max C che ha prodotto con Nari & Milani… è probabilmente più attuale di tante presunte hit di questo periodo, proprio come Feel The Love, la cui malinconia rimanda dopo un attimo alle tante hit di Gigi D'Agostino (e infatti c'è lo zampino di Paolo Sandrini). Non manca tra le canzoni Love Comes Rising, capolavoro a metà tra trance, house ed elettronica che Cristian ha prodotto insieme all'amico e collega Gianluca Motta. E' uno dei brani più sperimentali (e belli) di tutta la carriera di Cristian e senz'altro avrebbe meritato ancora più fortuna… ma in un album che vuol segnare il punto della situazione ci sta proprio bene. Mentre Cristian Marchi continua nella sua continua ricerca della perfezione, continuare ad ascoltarlo col repeat, in auto, mette i brividi…