domenica 15 maggio 2011

XXIV SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO

12-16 Maggio - Torino 2011
XXIV SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO
a cura di Stefano Pia - Slide Torino


Nel 1861 la popolazione italiana era composta per il 70% da analfabeti. Oggi il mercato editoriale italiano è il settimo al mondo. Cosa è successo da allora ad oggi lo racconta la 24a edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, in scena dal 12 al 16 maggio al Lingotto Fiere. Un’edizione a dir poco speciale, che intende illustrare e celebrare il percorso culturale dell’Italia, fatto di grandi libri e grandi personaggi.
Il Salone Internazionale del Libro di Torino è uno degli appuntamenti più attesi all’interno delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia e per la prima volta entra negli spazi dell’Oval, lo stadio di pattinaggio progettato per le Olimpiadi, ora diventato un'area espositiva e fieristica integrata nella struttura del Lingotto.
All’interno dell’Oval ha luogo la mostra ”1861-2011. L’Italia dei Libri”, che ripercorre un secolo e mezzo di libri, autori, editori e fenomeni editoriali che hanno fatto la storia, la cultura e la memoria del nostro Paese. Il percorso espositivo della mostra, che si estende per quasi 5000 mq, è articolato in cinque filoni (i 150 Grandi Libri, i 15 Superlibri, i 15 Personaggi, gli Editori e i Fenomeni Editoriali) e si conclude nel cuore della mostra, lo spazio dedicato al “Libro del futuro”, per prendere confidenza con l’universo dei libri elettronici e dell’e-book reader.
Oltre alla mostra, all’interno dell’Oval trovano spazio: il “Padiglione Italia”, con gli stand delle Regioni italiane, l’area del “Bookstock Village” dedicata ai piccoli lettori, il padiglione di “Libro e Cioccolato: tentazione e meditazione” che concilia due piaceri irrinunciabili, lo spazio del Paese ospite, quest’anno la Russia, e infine il padiglione dedicato a “Lingua Madre”, l'iniziativa che valorizza le diversità culturali, linguistiche, storiche e sociali di tutti i paesi. Negli spazi del Lingotto Fiere ha invece luogo la tradizionale esposizione delle oltre 500 realtà editoriali che danno vita per 5 giorni alla più grande libreria d’Italia, una vetrina che mette sullo stesso livello piccoli e grandi editori, permettendo all’editoria locale di farsi conoscere oltre i propri confini.
Il Salone del Libro di Torino è da considerarsi anche un festival internazionale della cultura, con un programma di oltre mille presentazioni editoriali, convegni, appuntamenti, dibattiti e spettacoli, nello spirito del rispetto e del dialogo fra le culture e le idee altrui. Ampio spazio è dedicato anche alla business area, con la decima edizione di “International Book Forum”, creato per favorire gli incontri tra gli operatori del settore di tutto il mondo, l’ ”Incubatore” che aiuta i giovani editori presenti sul mercato da meno di due anni a farsi conoscere e l’ “Italian Fellowship Program”, che offre agli editori internazionali l’opportunità di visitare e conoscere le principali case editrici italiane.
L’obiettivo del Salone Internazionale del Libro di Torino, anche e più di ogni altro anno, è dunque quello di soddisfare tutti i visitatori, dal lettore occasionale fino ai professionisti del settore, dall’adulto al bambino, per dare vita a un’edizione, la 24a, che verrà ricordata per sempre.