domenica 15 maggio 2011

Editoriale di Antonio Franceschini

Editoriale di Antonio Franceschini

Responsabile Nazionale CNA Federmoda
Direttore Generale Riccione Moda Italia

Quelli che abbiamo attraversato, e dai quali non siamo ancora completamente usciti, sono stati anni particolarmente difficili. Sono state scardinate teorie economiche e sociali, i valori finanziari, per un periodo troppo lungo, osannati, hanno lasciato spazio a riflessioni che solo pochi anni fa da alcuni erano ritenute
di epoche remote.
Il 2008 ci ha portato dentro una crisi che imporrà e in un qualche modo già sta imponendo un reset degli stili di vita e dei valori. Per superare questo momento è necessario investire sulla classe creativa per usare una categoria del sociologo Richard Florida.
In questo senso vanno gli investimenti di CNA Federmoda, che da oltre vent’anni sostiene i giovani italiani che ambiscono ad entrare nel settore moda, questo per apportare al made in Italy nuova linfa creativa, per creare opportunità occupazionali, per contribuire al mantenimento ed allo sviluppo di un settore che
rappresenta un valore economico e sociale per il nostro Paese.
E’ quindi stata una visione lungimirante quella di investire nel Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti – Riccione Moda Italia. In questi anni oltre 630 giovani studenti, selezionati tra migliaia per partecipare alle fasi finali delle edizioni della manifestazione, sono entrati in diretto contatto con imprenditori, stilisti, manager del fashion system italiano, avendo così l’opportunità di conoscere dal vivo le dinamiche insite al settore. Abbiamo organizzato aule didattiche per portare conoscenza del settore, per avvicinare
chi stava terminando un corso di studi al suo sogno, abbiamo messo a disposizione decine di stage.
E’ stato un investimento, come si usa dire in termine economici, a lungo termine. Un investimento teso a ricercare talenti, convinti che fare cultura verso i giovani sia un investimento ad altissima resa. Abbiamo portato la nostra esperienza all’estero conseguendo prestigiosi riconoscimenti internazionali.
Riccione Moda Italia si è accreditata come manifestazione di riferimento per la promozione della creatività giovanile nel settore moda, siamo stati invitati a creare partnership con innumerevoli manifestazioni in ogni parte del mondo.
Il 2011 ci darà un’altra grande soddisfazione: ACTE, l’Associazione delle Comunità Tessili d’Europa, ha scelto RMI quale cornice per lo svolgimento della prima edizione di ACTE – The Fashion Contests Award, il concorso dei concorsi che premierà il miglior giovane stilista europeo. E’ un riconoscimento importante che conferma come anche a livello europeo si stia pensando a diffondere il germe della creatività nella convinzione che l’economia e la società sono sempre più influenzate da questo elemento, dalla
capacità di produrre idee, conoscenze e innovazione. Il settore moda ne ha estremamente necessità.
Di fronte all’internazionalizzazione dei mercati, di fronte ad una globalizzazione che ha portato spesso la competizione su piani impari in quanto basata su azioni di dumping sociale ed ambientale, il nostro sistema economico deve investire sulla conoscenza, sull’apporto che un nuovo rinascimento culturale può portare ai
sistemi produttivi.