venerdì 27 maggio 2011

CIGAR INN Torino

Cigar Inn Torino
Un angolo di Manhattan a Torino
a cura di Stefano Pia – Slide Torino


In questa terra di lacrime, ci restano due piaceri: amare una bella donna e fumare un sigaro, che sia toscano o cubano non importa. E' il romanticismo di un piccolo gesto a catapultarci, a volte, in una dimensione parallela, dove ci si ritrova estraniati dai problemi della vita. Sono posti così che cerco di scovare, posti nei quali il tempo sembra essersi fermato. E non per l'arredamento freddo e retrò, anzi Cigar inn, richiama con astuzia architettonica ambientazioni newyorchesi calde ed avvolgenti, ma per le emozioni pure che si possono ancora riscoprire sorseggiando un rum invecchiato “sopra le nuvole”, mentre si è rapiti dalla gestualità che implica fumare un sigaro Montecristo Gran Edmundo. Posti così esistono, e meritano di ritagliarsi panorami internazionali. Il sigaro è una grande risorsa in quanto inganna la fame, sconfigge la noia, rasserena, aiuta a riflettere e spesso richiama alla mente dolci ricordi.
E da oggi, anzi esattamente da più di un mese, c'è un posto nel centro di Torino dove si può andare anche solo per fumare. Come succede a New York, dove accendere una sigaretta per strada è reato. Ed è proprio da lì che arriva l'ideatore del Cigar Inn, Andrea. Nato a Torino, ha vissuto a Manhattan per molto tempo fino ad un anno fa, e non è da escludere che ci ritorni presto, dato che ha ancora là la residenza. Ed è proprio al Cigar Inn New York, tra la 51esima e la 61esima strada, che andava a rifugiarsi insieme ai tanti altri manager per gustare una delle sue grandi passioni: i sigari.

Così tra un accento fortemente americano e un vocabolo inglese come intercalare ogni due parole, musica classica in sottofondo, ci racconta come nasce l'idea di creare il Cigar Inn Torino. Appena arrivato è andato a comprare i sigari e ha chiesto consiglio su dover poter andare a fumarlo. <Sei a piedi o in macchina?> si è sentito rispondere dal tabaccaio, che poi è diventato un amico. In macchina ha risposto Andrea, credendo di ricevere informazioni sul luogo più vicino per gustare il suo acquisto. <Ecco! quello è il posto migliore per fumarlo!> E Legge o non legge, chi fuma il sigaro è guardato male anche se lo accende per strada... il profumo per chi lo fuma diventa puzza per chi lo subisce.

“Strano che nessun locale si sia adeguato... dato che la lex... come si dice in italiano?... La legge è passata tanto tempo fa e in Italia i fumatori sono comunque tanti.” A New York la percentuale di fumatori è bassissima eppure i luoghi dove poter fumare sono talmente tanti che spuntano quasi come funghi. Da qui, e dall'amore per i sigari, l'idea. Dopo un mese Andrea aveva già il locale. E non senza problemi: i costi altissimi per l'impianto di aerazione e per tutti i permessi, del resto sappiamo che la burocrazia in Italia non è una delle cose più semplici. Ma Cigar Inn a Torino adesso c'è. In via San Tommaso 20. Si è già sparsa la voce e un sacco di clienti affezionati godono di un momento di relax per gustare un cubano. Ed è ancor più impressionante il fatto di non accorgersi che il tuo vicino di tavolo si sia appena acceso un sigaro. Nessun odore, nessuna nube di fumo. C'è chi, dopo lo stress di una giornata lavorativa, intensa fuma il sigaro accompagnato da cioccolatini e un buon wisky (ce ne sono oltre 100 da scegliere, insieme a Rhum, Calvados, Brandy e Champagne per un totale di 400 bottiglie a disposizione). Chi prepara la pipa assaporando un the caldo, con una speciale clessidra colorata che serve da timer per il giusto tempo di infusione della bustina. Ma c'è anche chi, comprese le commesse dei negozi vicini, prende il caffè e si accende semplicemente una sigaretta. E i non fumatori hanno la loro sala, non meno grande e non meno bella.
Un luogo elegante e raffinato a cominciare dai particolari. Poltrone bianche sulle quali accomodarsi e concedersi un'ora e mezza (il tempo minimo per fumare un sigaro) di relax. Non essendo più abituati a vederli sui tavoli per “sciccare” ma solo come arredamento, i portacenere sono talmente tanto belli che quasi dispiace sporcarli. Ci sono dei quadri appesi alle pareti, ma non resteranno quelli per sempre <Ogni mese un'artista emergente – continua Andrea - può esporre qui le sue opere per impreziosire il locale>
Un locale che stupisce,  avanti anni luce in tutto. Si possono mangiare piatti prelibati come risotti mantecati, filetti con contorni e dolci, a qualsiasi ora. <Non siamo un ristorante – ci spiega Andrea con un umiltà imbarazzante, nonostante leggo il menù e noto che non ha nulla in meno rispetto a quello di un ristorante tradizionale - mi piace però che ci sia la libertà di scegliere di poter mangiare quando si vuole senza sentirsi rispondere che la cucina è chiusa>
In un angolo del locale, degli armadietti con la chiave per permettere ai clienti di lasciare lì tutto il kit per il fumo. Anche perché da Cigar Inn si può fumare, ma non si può acquistare. Sigari, tabacco e sigarette si portano da casa.
Cigar Inn - Via San Tommaso, 20 a Torino. Tel. 011.0812368